L'editoriale

SALUTIAMO LE SUORE PREZIOSINE CHE LASCIANO LA NOSTRA COMUNITA'

 

La parola di Suor Antonella, Madre Regionale

           "A che cosa rassomiglierò il regno di Dio?
            È simile al lievito
            che una donna ha preso
            e nascosto in tre staia di farina,
            finché sia tutta fermentata". Lc 13,20-21
 
 E' con la certezza di essere solo un poco di lievito dentro la grande misura di farina buona che è la Comunità Pastorale di San Francesco d’Assisi, in particolare nella parrocchia di Cristo Re, che abbiamo comunicato al parroco, l’esito del discernimento avviato in questi anni, cioè il ritiro delle suore Preziosine dalla parrocchia.
Fu nell’ Ottobre 1961 che il parroco di san Gerardo, che ben conosceva le “suore Preziosine” già presenti nella sua parrocchia, a volerci nell’allora periferia della parrocchia, nel rione di Viale Libertà che in quegli anni cominciava a svilupparsi; ci affidò da subito la direzione della scuola materna e, non avendo ancora una chiesa propria, si organizzò di celebrare la messa domenicale nel salone della scuola stessa.
In tutti questi anni abbiamo offerto un servizio educativo e di carità tra i bambini, le famiglie, i ragazzi, gli anziani; è stata una presenza semplice, di vicinanza e di condivisione della vita quotidiana.
Poi, quando le forze cominciarono a diminuire, abbiamo lasciato l’insegnamento e il coordinamento della scuola offrendo solo servizi ausiliari alla scuola materna, continuando ad essere presenza in parrocchia soprattutto quando, nel 2010 la parrocchia di Cristo Re, insieme alle Parrocchie di Sacra Famiglia e Sant’Ambrogio venne costituita la Comunità Pastorale “San Francesco d’Assisi” e, con non più il parroco residente, le suore divennero un po’ il punto di riferimento per la popolazione.
In questi anni la comunità presente ha visto il susseguirsi di diverse sorelle che generosamente hanno offerto la loro presenza, pur in età avanzata e con difficoltà di salute, per cercare di prolungare la nostra presenza e non lasciare sola la comunità parrocchiale nel tempo della pandemia.
Lo scorso anno eravamo in procinto di lasciare la parrocchia quando il parroco don Giuseppe Reduzzi ci ha comunicato il suo cambiamento e ci ha chiesto di non lasciare anche noi la parrocchia … ma di accompagnare la popolazione in questi avvicendamenti. Abbiamo accolto questa richiesta non senza fatica, ma per il bene della gente, due sorelle hanno rinnovato la loro disponibilità a restare a Cristo Re e una sorella, come pendolare, ha accompagnato il servizio pastorale con i ragazzi.
Il venir meno di forze in Congregazione e la mancanza di nuove vocazioni, ci mette nell’impossibilità di sostituire le sorelle portandoci a considerare sempre più necessario il nostro ritirarci, tenendo anche presente che nella comunità Pastorale san Francesco d’Assisi, a cui appartiene la parrocchia di Cristo Re, sono presenti altre congregazioni religiose: le Suore Francescane Missionarie di Gesù Bambino, le Suore Missionarie dell’Immacolata" (PIME) e le Suore Misericordine.
Nel dialogo col nuovo parroco, don Enrico Marelli, esponendo le nostre difficoltà a proseguire la presenza in parrocchia, abbiamo concordato di terminare il nostro servizio alla fine del mese di giugno.
Ogni sorella che è stata a Cristo Re si è sempre sentita accolta e insieme alla popolazione, ha vissuto esperienze belle di dono, dato e ricevuto, nella semplicità e nell’attenzione ai piccoli, ai ragazzi alle famiglie, agli ammalati, agli anziani. Siamo grate ai sacerdoti e a tutti i parrocchiani per quanto abbiamo ricevuto … siamo state in mezzo a voi come lievito … e la pasta è fermentata grazie alla vostra capacità di avere a cuore il bene della vostra parrocchia e soprattutto lasciando che lo Spirito del Signore guidasse ogni passo.
Il nostro cammino prende strade diverse ma continuiamo a portarvi nel nostro cuore e nella nostra preghiera. Per i sacerdoti e per ciascuno di voi chiediamo al Padre di ricambiare in copiose benedizioni quanto ci avete donato, a Lui affidiamo il vostro cammino perché possiate continuare ad essere comunità viva, attenta alle necessità, aperta allo Spirito per camminare in semplicità sulle strade di ogni giorno in compagnia dello Spirito e custoditi dalla Vergine.
Il Sangue di Cristo, sorgente di ogni comunione, ci mantenga uniti nel bene.

La parola del Parroco

Dopo tanti anni di servizio pastorale nella Parrocchia Cristo Re, le suore Preziosine terminano la loro presenza. Terremo presso la chiesa di Cristo Re, un momento particolare di saluto e di ringraziamento, domenica 3 luglio, con la Celebrazione Eucaristica alle ore 11.30 a cui seguirà il rinfresco.

In questi giorni ho ascoltato alcuni parrocchiani di Cristo Re è ho percepito il loro forte legame di stima e di affetto verso di loro: “le diverse suore che si sono succedute in questo tempo, hanno portato in mezzo a noi il loro carisma legato alla Pasqua di Gesù, al suo sangue donato per fare alleanza con ogni uomo. Ci hanno offerto la testimonianza della vita fraterna volendosi bene come sorelle. Hanno vissuto al nostro fianco soprattutto nell’ambito della scuola dell’Infanzia con i piccoli e i loro genitori; hanno condiviso la pastorale parrocchiale in particolare in oratorio in tutti gli ambiti educativi (catechesi, oratorio feriale, vacanze con i ragazzi…), ma anche con l’attenzione ai malati e alla liturgia”.

Il saluto che vogliamo allora donare diventa quindi rendimento di grazie al Signore per tutto il bene ricevuto dalle nostre suore Preziosine e l’auspicio che il loro carisma resti vivo in mezzo a noi nell’ attingere alla Sangue di Cristo la passione di salvezza per ogni uomo, nello stile gioioso e accogliente della vita fraterna e nell’apertura ai tempi nuovi della storia e della Chiesa.

La parola di un parrocchiano

“Le suore Preziosine lasciano la nostra comunità“. All’udire queste parole la prima reazione che ho provato, come penso molti, è stata quella di dispiacere perché la loro sempre attiva presenza ha accompagnato l’intera vita della mia generazione e di quelle a seguire fino ai giorni nostri. Con la scuola materna sono state “il secondo incontro“, dopo quello della famiglia, dell’esperienza religiosa e sociale di molti di noi che è poi proseguita con la loro “super” partecipazione in oratorio. Il loro esempio di dedizione al prossimo, soprattutto verso gli ammalati, ha sempre attirato il mio sguardo scrutando in loro la vera testimonianza a cui tutti noi siamo chiamati. A molte di loro sono grato per avermi trasmesso si l’amore per la Liturgia, ma in particolare la passione per le “cose Sacre“ che il servizio all’altare chiama ad avere. Non ci sono parole che possano descrivere l’amarezza che lascia nel cuore questo “abbandono”, amarezza che inevitabilmente ci porta a pensare al grande e serio problema delle vocazioni religiose che richiama tutti noi alla preghiera. Verrebbe istintivo ricordare calorosamente una ad una tutte le suore che fin dall’origine della Parrocchia, più di mezzo secolo fa, si sono susseguite, ma credo che sia più bello ricordare ciò che avevano tutte in comune: il donare con amore il loro servizio che è stato vera preghiera graditissima a noi, ma senz’altro e senza dubbi a Nostro Signore. Suor Maria Rosa e suor Anna a voi va il nostro enorme grazie che come ultime arrivate vi affidiamo il compito di portarlo anche alle vostre consorelle che abbiamo conosciuto e che ancora sono in vita mentre per tutte quelle che già abitano nella casa del Signore il nostro grazie è già arrivato con la preghiera.
Pregheremo per voi tutte ma voi non dimenticateci e pregate per noi. 

ESTATE 2022 ORARI SS, MESSE E COMUNICAZIONI

SACRA FAMIGLIA

Da lunedì 11 luglio fino a nuova comunicazione la Chiesa parrocchiale rimane chiusa per permettere i lavori di posa del nuovo pavimento.

Le SS. Messe prefestive e festive, nel mese di luglio, non subiranno nessuna variazione di orario e saranno celebrate nel salone del Centro Parrocchiale. Nel mese di agosto rimane sospesa la S. Messa delle ore 8.30.

Nei giorni feriali, nei mesi di luglio e agosto e fino a nuova comunicazione, rimane sospesa la S. Messa delle ore 8.00. La S. Messa delle ore 18.30 viene celebrata nella Chiesa di San Francesco.

Funerali: ci si accorda con il Parroco per il luogo della celebrazione.

Chiesa di San Francesco: fino al termine dei lavori nella chiesa parrocchiale, rimarrà aperta, nei giorni feriali, dalle ore 8.00 fino al termine della S. Messa della sera.

 

SANT'AMBROGIO

È sospesa la S. Messa domenicale delle ore 11.00, da domenica 17 luglio a domenica 28 agosto compresa.

L’ Adorazione eucaristica del giovedì è sospesa nei mesi di luglio e agosto. Riprenderà giovedì 1 settembre.

Nel mese di luglio don Simone farà visita ai malati per la Confessione e la Comunione.

 

CRISTO RE

È sospesa la S. Messa domenicale delle ore 18.00, da domenica 3 luglio a domenica 4 settembre compresa.

MENO PER MENO FA PIU'

LE PERIFERIE DI MONZA E NAPOLI TORNANO AD INCONTRARSI

E' da diversi anni che l'oratorio Frassati propone questa esperienza di gemellaggio con la comunità di Scampia. 

Dal 1 al 9 luglio la nostra comunità pastorale torna ad accogliere i ragazzi di Scampia, per vivere l'esperienza dell'oratorio estivo con i nostri ragazzi e l'accoglienza nelle famiglie della nostra Comunità pastorale.

Due eventi aperti a tutta la comunità: 

domenica 3 luglio S.MESSA DI ACCOGLIENZA ore 10.15 presso la Parrocchia Sacra Famiglia

mercoledì 6 luglio ore 20.30 ANGURIATA offerta al quartiere in via Luca della Robbia (capolinea z206).

 

per maggiori informazioni sull'iniziativa "Meno per Meno fa Più"  clicca qui

 

Scuola Infanzia San Francesco. Comunicazione importante da parte del Parroco

Mi sembra doveroso, di fronte alla domanda di diversi parrocchiani, dare una risposta circa la Scuola dell’Infanzia San Francesco di proprietà delle Rev. Suore Francescane e del tentativo fatto dalla nostra Comunità pastorale di acquisirla.

Poco prima del mio arrivo come parroco della Comunità pastorale e in stretto raccordo con l’allora parroco don Giuseppe, ho avviato le procedure necessarie per l’acquisizione della scuola, anche con il mandato esplicito dell’ufficio scuola della Curia di Milano.

A tal fine è stato dato incarico a un consulente affinché verificasse la situazione esistente e ne desse notizia sia al parroco che al Consiglio Affari economici e al Consiglio pastorale.

Il consulente si è mosso tempestivamente provvedendo a raccogliere tutta la documentazione richiesta dalla curia, sia di natura didattica (ptof, pof, numero iscritti, organico, alunni, iscrizioni , …) che relativa alla struttura (dvr, cpi, impianti, certificazioni …). Il consulente, sempre agendo in stretto raccordo con il parroco e con la Diocesi, ha inoltre contattato sia la madre superiora delle francescane a Perugia, sia la legale rappresentante dell’ordine a Roma.

Con entrambe è stata avviata una trattativa e ipotizzato un accordo per l’uso in comodato degli immobili per alcuni anni con il relativo proseguimento della scuola in stretta relazione con la scuola parrocchiale “Cuore Immacolato di Maria”, ubicata nella parrocchia Cristo Re.

A seguito di questo avvio di trattativa, il Consiglio Affari Economici ha nominato un gruppo ristretto di professionisti per approfondire ulteriormente l’acquisizione, dando un parere di massima favorevole alla presa in carico della scuola.

Purtroppo, il 28 ottobre 2021, dopo tutto il lavoro effettuato e malgrado la trattativa già così avviata, che ha richiesto un importante impegno di tempo da parte di alcuni professionisti, è pervenuto un messaggio da parte della Responsabile Provinciale suor Lorella Veri che comunicava l’interruzione delle trattative per l’acquisizione della scuola San Francesco da parte della Comunità pastorale.

Successivamente è pervenuta la notizia che la scuola è stata rilevata da un soggetto privato, già proprietario di un nido sul nostro territorio, del tutto estraneo alla Comunità pastorale.

In questo modo è andato perduto il carisma originario della scuola fondata dalle suore francescane e che aveva come fondamento la trasmissione della fede e dei valori cristiani oltre all’attenzione alle classi meno abbienti.  

Per queste ragioni, stante la scelta effettuata dall’ordine delle suore francescane, auspico che venga modificata la denominazione della scuola: mi pare infatti che il riferimento al santo di Assisi sia ora fuori luogo e in tale senso mi muoverò verso l’attuale proprietà.

Don Enrico

ADORAZIONE EUCARISTICA

dal 3 marzo 2022

OGNI GIOVEDI'

DALLE 16.00 ALLE 19.00

(Alle 18.45 recita dei Vespri)

Presso la CHIESA DI S. AMBROGIO - Monza

 

 

 

 

 

Per i bisogni della Comunità pastorale

Per gli aiuti alla San Vincenzo della Comunità pastorale è attiva l'iniziativa "SPESA SOLIDALE" (vedi modalità nell'avviso sotto) con le indicazioni anche per le offerte.

Per offerte alle nostre parrocchie comunichiamo le seguenti coordinate bancarie:

PARROCCHIA SACRA FAMIGLIA  codice IBAN  IT19U0521620404000000008033

PARROCCHIA CRISTO RE  codice IBAN  IT10B0521620401000000061006

PARROCCHIA S. AMBROGIO  codice IBAN  IT98K0521620404000000064479

 

SPESA SOLIDALE

Prendendo spunto da domande di alcuni parrocchiani sulle attività caritative della Comunità Pastorale, vi informiamo che la Conferenza San Vincenzo di San Francesco “non ha chiuso i battenti” anche in questo momento di emergenza Coronavirus.

Seppur con le opportune cautele, continuiamo ad aiutare le famiglie in difficoltà che in questo periodo purtroppo sono aumentate. Anche un gruppo di giovani della Comunità si è attivato in forma autonoma per aiutarci nella distribuzione al domicilio.

Chi volesse contribuire con beni di prima necessità (latte, olio, carne e tonno in scatola, prodotti per l’igiene personale o della casa) o con un contributo economico può trovarci al seguente numero di telefono: Conferenza San Vincenzo San Francesco 351.915.3140 (Tina)

In alternativa, anche per piccole offerte segnaliamo

IBAN :  IT70V0521620401000000102882

Banca Credito Valtellinese – Agenzia n. 3 di Monza – via Buonarroti, 85  

intestato alla Società di  San Vincenzo-Conferenza di San Francesco

Causale:  SPESA SOLIDALE